Bassi profondi e cantini rotondi

Manutenzione e corde della chitarra.
Vincenzo Di Guida
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 347
Iscritto il: gio 29 gen 2015, 20:18

Bassi profondi e cantini rotondi

Messaggio da Vincenzo Di Guida » mer 16 ago 2017, 20:23

Buona sera a tutti.

Tra D'Addario EXP 45 o EXP46, Hannabach nere o blu e Augustine rosse o blu (come vedete ho previsto per tutte e tre le marche, tra quelle facili a trovarsi, sia cordiere normal tension che high tension) quali set secondo voi corrisponderebbero meglio ad avere bassi profondi e alti rotondi (ma non plasticosi)?

Grazie.
Ho cominciato trent'anni fa tagliando la barba col rasoio elettrico e suonando l'elettrica.
Ora mi rado con sapone e lamette e suono la classica.
Se continuo così nella prossima vita farò la barba con scaglie di selce e suonerò la lira....

alessandro lienzo

Re: Bassi profondi e cantini rotondi

Messaggio da alessandro lienzo » mer 16 ago 2017, 20:50

D'addario ej 45 secondo me, ma I bassi più a bomba li fa aquila con il supernilgut

Vincenzo Di Guida
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 347
Iscritto il: gio 29 gen 2015, 20:18

Re: Bassi profondi e cantini rotondi

Messaggio da Vincenzo Di Guida » lun 21 ago 2017, 15:26

Buon giorno Alessandro e grazie per la risposta.

Che differenza c'è tra le D'Addario ej45 (immagino che siano quelle denominate "classic"), le EXP e le PRO-ARTE'?
Ho cominciato trent'anni fa tagliando la barba col rasoio elettrico e suonando l'elettrica.
Ora mi rado con sapone e lamette e suono la classica.
Se continuo così nella prossima vita farò la barba con scaglie di selce e suonerò la lira....

Elitista2
Messaggi: 226
Iscritto il: dom 10 mag 2015, 14:53

Re: Bassi profondi e cantini rotondi

Messaggio da Elitista2 » sab 30 dic 2017, 20:13

Vincenzo Di Guida ha scritto:
mer 16 ago 2017, 20:23
Buona sera a tutti.

Tra D'Addario EXP 45 o EXP46, Hannabach nere o blu e Augustine rosse o blu (come vedete ho previsto per tutte e tre le marche, tra quelle facili a trovarsi, sia cordiere normal tension che high tension) quali set secondo voi corrisponderebbero meglio ad avere bassi profondi e alti rotondi (ma non plasticosi)?

Grazie.
Dipende dalla chitarra. Tutte quelle che hai citato offrono teoricamente le caratteristiche che giustamente cerchi.
Provale tutte e fai una scelta sulla base di suono e suonabilita'. Credo non esista altra via. :(
p.s.
a titolo personale preferisco la Augustine blu alle rosse e le Daddario 45 alle 46. Ottime anche le Hannabach magari con cantini neri e bassi blu. Lo capisco, è un mondo difficile :)

Vincenzo Di Guida
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 347
Iscritto il: gio 29 gen 2015, 20:18

Re: Bassi profondi e cantini rotondi

Messaggio da Vincenzo Di Guida » sab 20 gen 2018, 15:24

Al momento sembra che preferisca le D’Addario high tension.
Il fatto è che sembra preferisca sentire sotto le dita corde che oppongano una certa resistenza meccanica.
Tuttavia dal punto di vista timbrico è come dici. Non c’è altra via che provare.
Ho cominciato trent'anni fa tagliando la barba col rasoio elettrico e suonando l'elettrica.
Ora mi rado con sapone e lamette e suono la classica.
Se continuo così nella prossima vita farò la barba con scaglie di selce e suonerò la lira....

pfn
Messaggi: 3
Iscritto il: ven 05 gen 2018, 10:34

Re: Bassi profondi e cantini rotondi

Messaggio da pfn » dom 04 feb 2018, 16:34

Credo che ogni strumento abbia la propria personalità per cui trovo molto difficile generalizzare. Inoltre il piacere del timbro è molto personale. L'unica via che vedo da sporco dilettante quale sono e' la sperimentazione sino al maggior piacere acustico. :bye:

Vincenzo Di Guida
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 347
Iscritto il: gio 29 gen 2015, 20:18

Re: Bassi profondi e cantini rotondi

Messaggio da Vincenzo Di Guida » mar 06 feb 2018, 10:06

É sicuramente come dici ma talune differenze di base (ad es. tra un set di Savarez in carbonio e uno D’Addario in nylon) sono avvertibili indipendentemente dalla chitarra.
Ho cominciato trent'anni fa tagliando la barba col rasoio elettrico e suonando l'elettrica.
Ora mi rado con sapone e lamette e suono la classica.
Se continuo così nella prossima vita farò la barba con scaglie di selce e suonerò la lira....

LUCA.P
Messaggi: 353
Iscritto il: lun 25 feb 2013, 12:02

Re: Bassi profondi e cantini rotondi

Messaggio da LUCA.P » mer 07 feb 2018, 16:23

Io mi trovo bene con le D'Addario Hard o normal, ultimamente però son rimasto colpito dalle corde La Bella 2001 -Hard Tension- però le ho pagate 21,90.
Non ci credevo per niente ,ma mi son dovuto ricredere.
La chitarra è Alhambra Luthier con tavola armonica in cedro , fianchi e fondo in palissandro indiano

Torna a “Corde della chitarra”