G.SIGNORILE - quesito sulle nocche e movimento passo a passo delle dita

Studio: scambio, opinioni e consigli per chitarristi classici. Questa sezione è dedicata agli utenti che desiderano scambiare opinioni, commenti, suggerimenti e informazioni su autori e musiche, tecnica e interpretazione. Materiale didattico per allievi.
Danilo Fornasari
Messaggi: 208
Iscritto il: gio 26 mag 2016, 10:46

G.SIGNORILE - quesito sulle nocche e movimento passo a passo delle dita

Messaggio da Danilo Fornasari » gio 11 gen 2018, 14:29

Salve a tutti, ho messo Giorgio nel titolo in quanto mi riferisco ad un suo intervento in un post di qualche anno fa:
http://www.chitarraclassicadelcamp.com/ ... ti#p305719

Abuso ancora della tua gentilezza, ma ovviamente anche di tutti coloro che vorranno rispondere per alcuni dubbi a cui ti sarei grato (e in debito) di risposte.

Nel post, oltre a ribadire il concetto di posizionare “non a violino” la mano, dicevi questo:

“Prova a fare un semplice esercizio di verifica: pollice tra il 2 e 3 dito, poi metti il 2° dito al II tasto, e presta attenzione ad avere la nocca davanti al tasto, toglilo, poi metti il 3° dito, stesso controllo..etc etc.”


Hai già esaudito ad una mia richiesta di info tempo fa ed abuso ancora della tua cortesia perché non mi è chiaro cosa intendi per avere la nocca davanti al tasto, perché è un aspetto che mi interessa molto.
Intendi, come nocca, quella che collega l’ultima falange del dito? Questa deve stare davanti al tasto nella posizione di arrivo (quindi la classica posizione a martelletto) e/o di partenza?
Non capisco però se tu devi prendere un bicordo, tipo con indice fa 1a corda e sol 6a corda con anulare, la nocca di quest’ultimo dito come fa a stare davanti al tasto essendo il dito disteso.

Forse, se fossi così gentile da indicare, il meccanismo del movimento, passo a passo, del dito, da quando deve iniziare a quando arriva a premere il tasto, come lo svolgi, sarebbe tutto più chiaro. E inoltre il movimento lo fai partire dalla prima nocca (quella che collega la mano con la prima falange)? Cosa ti fa guidare il dito? Quale falange? Ti posizioni sopra il tasto da premere e poi fai cadere con il peso l’ultima falange?

Questo si collega anche al fatto di migliorare la precisione nella mano sinistra? Ossia il fatto di fare sempre un movimento uguale, è quello che permette di essere più precisi?

Infine, cosa ne pensi della tecnica di Carlevaro riferita all’utilizzo delle dita come “leve” per agevolare il passaggio delle posizioni? In sostanza si utilizzano alcune dita già posizionate come "fulcro" per far si che le altre dita riescano meglio a raggiungere altre posizioni Non ho trovato nulla al riguardo sul forum.
Ti ringrazio, e ringrazio tutti coloro che vorranno rispondere, non solo per eventuali risposte, ma anche per tutto quello che fai e che fate per aiutare noi discepoli nello scalare questa montagna. :merci: :merci: :merci: :merci: :bravo: :bravo: :bravo: :bravo:
“Non c'è niente di più bello di una chitarra, eccetto forse due.” F.Chopin

Avatar utente
Giorgio Signorile
Professore
Messaggi: 6955
Iscritto il: mer 12 ott 2005, 17:08
Località: cuneo

Re: G.SIGNORILE - quesito sulle nocche e movimento passo a passo delle dita

Messaggio da Giorgio Signorile » gio 11 gen 2018, 16:53

Mi prendi in un momento critico, sono un po’ di corsa ma inizio lo stesso poi semmai riprendo e rifinisco.
Allora, quando dico nocca intendo l’inizio del dito, ovviamente dal lato del palmo della mano. Ecco questa parte del dito deve possibilmente essere il più possibile in “posizione”, nel senso che il dito deve scendere sul tasto abbassandosi, senza andarlo a cercare; è quello che intendo dicendo che il dito “parte davanti al tasto”, a prescindere che tu suoni un cantino o un basso, cambierai solo la curvatura del dito ma la mano manterrà sempre la posizione.
Ti chiedo scusa sono tra scuola e prove ma ci tenevo a dirti che ho visto il tuo post e ho iniziato a risponderti, a breve magari faccio un piccolo video esplicativo che è sempre la cosa migliore, ciao!

Danilo Fornasari
Messaggi: 208
Iscritto il: gio 26 mag 2016, 10:46

Re: G.SIGNORILE - quesito sulle nocche e movimento passo a passo delle dita

Messaggio da Danilo Fornasari » gio 11 gen 2018, 17:31

Chiedere scusa a te? Semmai ti posso (e ti possiamo) solo ringraziare enormemente.
Aspetterò con molto interesse la tua risposta. Fra l'altro avevi già postato un video nel thread cui faccio riferimento ma è stato cancellato.
Grazie ancora e a presto. :merci: :merci: :merci: :merci:
“Non c'è niente di più bello di una chitarra, eccetto forse due.” F.Chopin

Torna a “Tecnica e interpretazione”