D05 Lezione di chitarra classica 06

I corsi di chitarra classica sono gratuiti. Sono rivolti al dilettante isolato che non ha la possibilità di avere un insegnante. Richiedete l'iscrizione al gruppo allievi per entrare a far parte della classe.
Regole del forum
I corsi di chitarra classica sono gratuiti. Sono rivolti al dilettante isolato che non ha la possibilità di avere un insegnante. Richiedete l'iscrizione al gruppo allievi per entrare a far parte della classe.

PDF, MP3 Video e Lezione : Livello D01 - Livello D02 - Livello D03 - Livello D04 - Livello D05 - Livello D06 - Livello D07 - Livello D08 - Livello D09 - Livello D10 - Livello D11 - Livello D12.

IX I cataloghi complete dei PDF, MP3 e Video del forum.
Avatar utente
Jean-François Delcamp
Amministrator
Messaggi: 4348
Iscritto il: dom 30 mag 2004, 20:49
Località: Brest, Francia

D05 Lezione di chitarra classica 06

Messaggio da Jean-François Delcamp » mer 07 feb 2018, 10:17

Buongiorno a tutti,
per favore assicuratevi di aver scaricato l'ultima versione del volume D05.
Se siete nuovi, leggete questo messaggio per prendere conoscenza delle condizioni per partecipare ai corsi.
Leggete parimenti il messaggio del primo corso, vi troverete consigli sull'impiego del tempo e le metodiche di lavoro che io vi raccomando.




Adesso cominciamo a lavorare su una serie di esercizi:
- pagina 131 Jean-François DELCAMP (1956) EXTENSIONS
Suonate questo esercizio per la mano sinistra lasciando le dita posate sulla tastiera il più a lungo possibile, come vi mostro nel video seguente. Se le distanze vi sembrano troppo grandi, potete facilitare il lavoro della mano sinistra utilizzando un capotasto, così le estensioni fra le dita saranno minori. Evitate di piegare il polso sinistro, cosa che fa male e ostacola l'azione delle dita. Cercate la posizione (del manico della chitarra, del gomito, della spalla) che vi possa permettere di suonare con la mano sn senza piegare il polso, come vi mostro nel video che segue. Suonerete meglio questo esercizio mettendo il pollice sn sotto l'anulare sn, cioè sotto il terzo tasto.


- Pag. 148 Degli arpeggi 48-98
Mauro Giuliani è stato il primo pedagogo ad aver pubblicato uno studio sistematico sugli arpeggi ( http://www.guitareclassiquedelcamp.com/ ... liani.html : Opus. 1 - Studio per la chitarra, Prima parte : 120 arpeggi). Vi raccomando di esercitarvi ogni giorno con alcuni arpeggi e variarli continuamente con l’abiettivo di studiarli tutti nel corso di un biennio. Potete ascoltare gli mp3 dei 120 arpeggi registrati da Marco Cairone qui : http://www.chitarraclassicadelcamp.com/ ... 32&t=25253 .



Non dimenticate, durante tutto l'anno, di lavorare sulle scale (pag. 136-142) più volte a settimana. A pag. 142, vi suggerisco dei ritmi variati che vi aiuteranno a raggiungere una maggiore velocità.




Oggi vediamo 5 brani.
- Pag. 12 Giulio Cesare Barbetta (ca. 1540-1603) Moresca detta le Canarie
La prima parte della danza si basa su una lunga ripetizione di un Si basso. Questa immobilità del basso rende la prima parte facile da suonare. Il basso della seconda parte si arricchisce dapprima di un nuovo MI poi di sempre più note, per terminare esprimendo tutta la scala in crome alla fine. La seconda parte è tecnicamente più difficile, in particolare le misure 30-32.



- Pag. 41 François Campion (1680-1748) Gigue in RE maggiore.
Questa Gigue è stata pubblicata sotto forma di intavolatura in un'opera dal titolo "Nuove scoperte ..." Questa è una tablatura "alla francese" in cui le lettere dell'alfabeto indicano i tasti dove mettere le dita sulla tastiera. Le 5 linee della tablatura corrispondono alle 5 corde della chitarra barocca.
Nei due video che seguono io suono la Gigue nella sua versione originale su chitarra barocca, poi la sua versione per chitarra classica.




- Pag. 83 Napoleon Coste (1806-1883) Lezione XXIV
La prima semifrase si conclude alla misura 4 con una una cadenza sospesa ( semicadenza), un susseguirsi di semicrome ci porta alla ripetizione della semifrase che si conclude con una cadenza perfetta in RE minore. La melodia della seconda parte, più fluida, si basa su di un flusso costante di semicrome. Questa seconda parte si conclude con un pedale di dominante (LA), il cui ruolo è quello di prepararci a godere il ritorno del tema della prima parte, in RE minore, che concluderà l'opera.



- Pag. 84 Juliàn Arcas (1832-1882) Manuelito, valzer
Manuelito, il dedicatario di questo valzer, è il fratello di Julian Arcas. Dopo una introduzione in ottave, il valzer comincia alla misura 16. Il ritmo a tre tempi è allora ben stabilito. A partire dalla misura 33, le emiolie abbondano e il ritmo a 3/4 si trasforma in un ritmo a 3/2 più esuberante. Juliàn Arcas precisa la sua intenzione di restare leggero con degli arpeggi fluidi (misure 53-56 e 61-63).



- Pag. 14 Julio Sagreras (1879-1942) Leccione III n°7 Las Terceras Lecciones De Guitarra
Uno studio degli arpeggi in LA minore, dove si mescolano gli attacchi pizzicato e appoggiato.




Vi chiedo prima di lavorare su questi esercizi e arie per una settimana e quindi pubblicare sul forum le vostre registrazioni:
- Pag. 84 Juliàn Arcas (1832-1882) Manuelito, waltz
- Pag. 14 Julio Sagreras (1879-1942) Leccione III n°7 Las Terceras Lecciones De Guitarra

Forza e coraggio!

Vorrei ringraziare Paola che ha offerto il suo aiuto per la traduzione in italiano dei miei corsi.

Jean-François
:( + ♫ = :)


Avatar utente
Angelo Scuderi
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 458
Iscritto il: gio 23 giu 2016, 15:30

Re: D05 Lezione di chitarra classica 06

Messaggio da Angelo Scuderi » sab 10 feb 2018, 13:26

Cari amici comincio io stavolta perche' questo pezzo l'anno scorso lo avevo studiato curiosando nel quinto corso ed osservando Claudio Bravini ed altri. :bye: :bye:
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Avatar utente
Jesús Morote
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 401
Iscritto il: gio 26 mag 2016, 09:49
Località: Maiorca - Spagna

Re: D05 Lezione di chitarra classica 06

Messaggio da Jesús Morote » sab 10 feb 2018, 13:53

Caro Angelo. Va bene questa Lección di Sagreras.

Due osservazioni per migliorare:
-Bisogna che tutte le note abbiano la stessa durata. Il tuo ritmo è un po' irregolare.
-Solo sono appoggiate le due ultime semiminime della voce acuta. Mi sembra ascoltare che fai appoggiata qualche volta anche la terza nota degli arpeggi.

:bye:
Allievo D05

Avatar utente
Angelo Scuderi
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 458
Iscritto il: gio 23 giu 2016, 15:30

Re: D05 Lezione di chitarra classica 06

Messaggio da Angelo Scuderi » dom 11 feb 2018, 18:17

Jesús Morote ha scritto:
sab 10 feb 2018, 13:53
Caro Angelo. Va bene questa Lección di Sagreras.

Due osservazioni per migliorare:
-Bisogna che tutte le note abbiano la stessa durata. Il tuo ritmo è un po' irregolare.
-Solo sono appoggiate le due ultime semiminime della voce acuta. Mi sembra ascoltare che fai appoggiata qualche volta anche la terza nota degli arpeggi.

:bye:
Grazie Jesus per avermi ascoltato e per i preziosi consigli.Cerchero' di fare come dici per migliorare.Devo imparare ad essere piu' padrone del ritmo. Hai ragione ,me lo diceva anche Claudio.Pian pianino ci riusciro' con studio ed applicazione.Un abbraccio :merci: :bye: :bye:

Avatar utente
Angelo Scuderi
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 458
Iscritto il: gio 23 giu 2016, 15:30

Re: D05 Lezione di chitarra classica 06

Messaggio da Angelo Scuderi » dom 11 feb 2018, 19:11

Cari amici vi mando una versione piu' lenta di Sagreras :bye: :bye:
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Avatar utente
Paolo Barbagli
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 685
Iscritto il: mer 20 gen 2016, 00:22
Località: Riva del Garda

Re: D05 Lezione di chitarra classica 06

Messaggio da Paolo Barbagli » dom 11 feb 2018, 21:25

Angelo Scuderi ha scritto:
dom 11 feb 2018, 19:11
Cari amici vi mando una versione piu' lenta di Sagreras :bye: :bye:
Meglio rispetto alla precedente versione, anche se rimane in parte il problema del ritmo un po' irregolare e di alcune note sporcate. Voto comunque 6
Chitarra: J. Ramirez R2 1993
Corde: D'Addario
Software: Wave Editor
Registratore: Zoom H5

Avatar utente
Salvatore Esposito Cavallaro
Moderator
Messaggi: 1030
Iscritto il: mer 08 lug 2009, 20:34
Località: Afragola (NA)

Re: D05 Lezione di chitarra classica 06

Messaggio da Salvatore Esposito Cavallaro » mar 13 feb 2018, 16:25

Paolo Barbagli ha scritto:
dom 11 feb 2018, 21:25
Angelo Scuderi ha scritto:
dom 11 feb 2018, 19:11
Cari amici vi mando una versione piu' lenta di Sagreras :bye: :bye:
Meglio rispetto alla precedente versione, anche se rimane in parte il problema del ritmo un po' irregolare e di alcune note sporcate. Voto comunque 6
Ciao Angelo
Non male....io però, suonerei le note proprio come sono scritte senza interpretare l'arpeggio come fa il Maestro che ha mezzi tecnici ben diversi dai nostri.....ne guadagnerebbe la regolarità dell'arpeggio in questione.
A presto
Noi che amiamo la musica restiamo un po' bambini e speriamo nel futuro

Avatar utente
Angelo Scuderi
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 458
Iscritto il: gio 23 giu 2016, 15:30

Re: D05 Lezione di chitarra classica 06

Messaggio da Angelo Scuderi » mar 13 feb 2018, 18:02

Salvatore Esposito Cavallaro ha scritto:
mar 13 feb 2018, 16:25
Paolo Barbagli ha scritto:
dom 11 feb 2018, 21:25
Angelo Scuderi ha scritto:
dom 11 feb 2018, 19:11
Cari amici vi mando una versione piu' lenta di Sagreras :bye: :bye:
Meglio rispetto alla precedente versione, anche se rimane in parte il problema del ritmo un po' irregolare e di alcune note sporcate. Voto comunque 6
Ciao Angelo
Non male....io però, suonerei le note proprio come sono scritte senza interpretare l'arpeggio come fa il Maestro che ha mezzi tecnici ben diversi dai nostri.....ne guadagnerebbe la regolarità dell'arpeggio in questione.
A presto
Grazie per l'ascolto Salvatore.Hai centrato il problema perche' spesso io cerco di imitare il maestro per dare una espressione maggiore al pezzo ed in questo sforzo mi perdo perche' giustamente non ho i mezzi tecnici del maestro. Ma la mia intenzione e' buona.' Mi rendo conto pero' che per adesso devo attenermi alle note scritte.Ti ringrazio per avermi capito,sei stato acutissimo e grazie ancora per l'attenzione.Un saluto affettuoso

Avatar utente
Angelo Scuderi
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 458
Iscritto il: gio 23 giu 2016, 15:30

Re: D05 Lezione di chitarra classica 06

Messaggio da Angelo Scuderi » mar 13 feb 2018, 18:40

Cari amici vi propongo una terza ed ultima versione di Sagreras con un arpeggio piu' regolare cosi' come e' scritto. :bye: :bye:
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Avatar utente
Paolo Barbagli
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 685
Iscritto il: mer 20 gen 2016, 00:22
Località: Riva del Garda

Re: D05 Lezione di chitarra classica 06

Messaggio da Paolo Barbagli » mar 13 feb 2018, 23:19

Angelo Scuderi ha scritto:
mar 13 feb 2018, 18:40
Cari amici vi propongo una terza ed ultima versione di Sagreras con un arpeggio piu' regolare cosi' come e' scritto. :bye: :bye:
Stai migliorando, anche se tendi a far "sparire" le ultime note dell'arpeggio, specie l'ultima, come se fossi preoccupato di iniziare l'arpeggio successivo: voto 6,5
Chitarra: J. Ramirez R2 1993
Corde: D'Addario
Software: Wave Editor
Registratore: Zoom H5

Avatar utente
Jesús Morote
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 401
Iscritto il: gio 26 mag 2016, 09:49
Località: Maiorca - Spagna

Re: D05 Lezione di chitarra classica 06

Messaggio da Jesús Morote » mer 14 feb 2018, 09:32

Cari amici, questa è la mia registrazione della Lección III-07 di Sagreras:



Preparando il "Manuelito", ho notato un paio di errori nello spartito:

1) Battute 13-14: il Mi basso dove essere unito per legatura durante le due battute. Come il basso delle battute 9-10 e 11-12.

2) Il Mi delle battute 67 e 75 porta diesis. Così ha senso il barrè nel primo tasto marcato nello spartito.

Qui l'originale di Arcas dove si può controllare quello che dico:

http://hz.imslp.info/files/imglnks/usim ... uelito.pdf

:bye:
Ultima modifica di Jesús Morote il ven 16 feb 2018, 12:41, modificato 2 volte in totale.
Allievo D05

Avatar utente
Angelo Scuderi
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 458
Iscritto il: gio 23 giu 2016, 15:30

Re: D05 Lezione di chitarra classica 06

Messaggio da Angelo Scuderi » mer 14 feb 2018, 12:42

Paolo Barbagli ha scritto:
mar 13 feb 2018, 23:19
Angelo Scuderi ha scritto:
mar 13 feb 2018, 18:40
Cari amici vi propongo una terza ed ultima versione di Sagreras con un arpeggio piu' regolare cosi' come e' scritto. :bye: :bye:
Stai migliorando, anche se tendi a far "sparire" le ultime note dell'arpeggio, specie l'ultima, come se fossi preoccupato di iniziare l'arpeggio successivo: voto 6,5
Grazie Paolo per adesso mi accontento perche' ci sono gli altri pezzi da lavorare.Un abbraccio

Avatar utente
Angelo Scuderi
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 458
Iscritto il: gio 23 giu 2016, 15:30

Re: D05 Lezione di chitarra classica 06

Messaggio da Angelo Scuderi » mer 14 feb 2018, 12:59

Jesús Morote ha scritto:
mer 14 feb 2018, 09:32
Cari amici, questa è la mia registrazione della Lección III-07 di Sagreras:



Preparando il "Manuelito", ho notato un paio di errori nello spartito:

1) Battute 13-14: il Mi basso dove essere unito per legatura durante le due battute. Come il basso delle battute 9-10 e 11-12.

2) Il Mi delle battute 67 e 75 porta diesis. Così ha senso il barrè nel primo tasto marcato nello spartito.

Qui l'originale di Arcas dove si può controllare quello che dico:

http://hz.imslp.info/files/imglnks/usim ... uelito.pdf

:bye:
Bravo Jesus molto regolare e preciso.Per quanto riguarda Manuelito il mi con il diesis mi veniva d'istinto e pensavo infatti che fosse un errore di scrittura.Grazie per le tue attente precisazioni. Un caro saluto

Avatar utente
Jesús Morote
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 401
Iscritto il: gio 26 mag 2016, 09:49
Località: Maiorca - Spagna

Re: D05 Lezione di chitarra classica 06

Messaggio da Jesús Morote » mer 14 feb 2018, 14:12

Angelo Scuderi ha scritto:
mer 14 feb 2018, 12:59
Bravo Jesus molto regolare e preciso.Per quanto riguarda Manuelito il mi con il diesis mi veniva d'istinto e pensavo infatti che fosse un errore di scrittura.Grazie per le tue attente precisazioni. Un caro saluto
Grazie a te per il commento, Angelo. Faccio ogni giorno uno degli esercizi di arpeggi di Giuliani del D05 (sto finendo il terzo giro); sono molto utili per acquisire regolarità nel tocco delle dita della mano destra. Ti raccomando di fare questo esercizio quotidiano.

:bye:
Allievo D05

Torna a “Corsi di chitarra classica in linea”