D03 Lezione di chitarra classica 01

I corsi di chitarra classica sono gratuiti. Sono rivolti al dilettante isolato che non ha la possibilità di avere un insegnante. Richiedete l'iscrizione al gruppo allievi per entrare a far parte della classe.
Regole del forum
I corsi di chitarra classica sono gratuiti. Sono rivolti al dilettante isolato che non ha la possibilità di avere un insegnante. Richiedete l'iscrizione al gruppo allievi per entrare a far parte della classe.

PDF, MP3 Video e Lezione : Livello D01 - Livello D02 - Livello D03 - Livello D04 - Livello D05 - Livello D06 - Livello D07 - Livello D08 - Livello D09 - Livello D10 - Livello D11 - Livello D12.

IX I cataloghi complete dei PDF, MP3 e Video del forum.
Avatar utente
Jean-François Delcamp
Amministrator
Messaggi: 4382
Iscritto il: dom 30 mag 2004, 20:49
Località: Brest, Francia

D03 Lezione di chitarra classica 01

Messaggio da Jean-François Delcamp » lun 03 set 2018, 16:19

Buongiorno a tutti,
per favore assicuratevi di aver scaricato l'ultima versione del volume D03.

Cominceremo a parlare innanzitutto del tempo minimo da dedicare allo studio della chitarra, poi della postura, infine studieremo alcune tecniche, esercizi e pezzi.



Il calendario di uno studente al terzo anno:

Per progredire è necessario avere un po' di tempo per 6 giorni a settimana, ecco il minimo necessario per questi livelli:
3 giorni dove potete dedicare 15 minuti per ripetere da 6 a 12 volte ogni passaggio difficile. Vi segnalo i passaggi difficili incorniciandoli.
e
3 giorni dove potete dedicare 40 minuti allo studio della chitarra, di cui
- 15 minuti per lavorare sui passaggi difficili (incorniciati),
- 15 minuti per ripetere più volte di seguito (da 3 a 6 volte) le parti di frasi,
- e infine 10 minuti per suonare i brani per intero.

Notate bene che occorre suonare 6 giorni alla settimana. Se impiegate tutto questo tempo in una sola giornata, vale a dire 2 ore 45 minuti in un solo giorno, non progredirete e rischiate di procurarvi dei danni insistendo per un tempo troppo prolungato su certi muscoli. Frazionate il vostro tempo di studio e suonate un poco tutti i giorni .

Sfruttate al massimo il vostro tempo per affrontare i passaggi difficili, le frasi difficili. Suonate i brani in modo completo solo una o due volte alla settimana.
Per farvi comprendere meglio ecco un esempio d'orario di studio con sessioni alternate di studio di 15 e 40 minuti:
Lunedì 40 minuti
Martedì 15 minuti
Mercoledì 40 minuti
Giovedì 15 minuti
Venerdì 40 minuti
Sabato 15 minuti



La posizione della chitarra classica è il risultato di esperienze passate. La posizione classica, ci offre l'opportunità di ridurre lo sforzo al minimo, essa nasce da un compromesso tra l'esigenza di stabilità, comfort e di efficienza di entrambe le mani.

I principi di questa posizione sono:
posizione seduta, schiena dritta, spalle allo stesso livello
la chitarra poggia sulla coscia dal lato del manico
Solleviamo il manico della chitarra all'altezza della nostra testa, per mezzo di uno sgabello (poggiapiede) o di un appoggio messo sulla coscia (gitano, ergoplay, dynarette, etc.).
La mano che fa vibrare le corde è posta sulla rosetta della chitarra, il gomito poggia sul bordo della cassa all'altezza del ponticello.
Il braccio che impugna il manico è piegato per portare la mano all'altezza delle spalla, il pollice è posto dietro al manico, al centro della tastiera, tra la seconda e la terza corda, le altre dita poggiano sulle corde. Cercate di essere rilassati, dalle spalle alle mani.



Per cominciare questo corso inizialmente vedremo, o rivederemo, le pagine 26 e 58 del volume D01
- revisione della pagina 26 del volume D01: Jean-François DELCAMP (1956) POLYPHONIE - Apoyando
- revisione della pagina 58 del volume D01: Jean-François DELCAMP (1956) BUTÉ - APOYANDO
Questi esercizi sono utili per lavorare sulla la tecnica dell'appoggiato simultaneo del pollice e dell'indice e dell'appoggiato simultaneo del pollice e del medio.
L'appoggiato consiste nel mettere in vibrazione una corda facendo terminare il movimento del dito sulla corda successiva. L'esercizio di questa tecnica vi permetterà di scoprire la posizione ottimale della mano che fa vibrare le corde (mano destra per i destrimani). Se siete abituati a pizzicare le corde, appoggiare simultaneamente il pollice e un altro dito potrebbe sembrarvi difficile, magari impossibile. State tranquilli, con pazienza ed applicazione questa difficoltà si risolve in una trentina di minuti. So per esperienza che i primi tentativi sono scoraggianti, in particolare per gli adulti. E' per questo che mi sforzo di rassicurarvi in anticipo: ci riuscirete, forza!

D01 p26 n1 - Delcamp Polyphonie - Apoyando


D01 p26 n2 - Delcamp Polyphonie - Apoyando


D01 p58 n15 Buté - Apoyando - Rest stroke


D01 p58 n16 Buté - Apoyando - Rest stroke




Una volta fatto questo, continueremo studiando un esercizio e 4 pezzi, tra i piú semplici del volume D03.

- Pagina 86 Jean-François DELCAMP (1956) ETEINTE DES RESONANCES - FERMARE - STRING DAMPING - RESONANCIA APAGADA
Queste tecniche sono essenziali per la polifonia. Il suono della chitarra ha questo di particolare, che occorre arrestare le risonanze, in particolare le risonanze delle corde a vuoto. Senza queste tecniche di arresto della risonanza, la polifonia è offuscata dalle dissonanze.

D03 p86 n1 - FERMARE


D03 p86 n2 - FERMARE


D03 p86 n3 - FERMARE


D03 p86 n4 - FERMARE


D03 p86 n5 - FERMARE




- Pagina 8 Giorgio MAINERIO (1535-1582) SCHIARAZULA MARAZULA
Questo pezzo è un passemezzo che utilizza due accordi. Gli accordi di La minore e Sol maggiore. GWIN AR C'HALLAOUED nel volume D03, si basa sugli stessi accordi. Analogamente nel volume D03, BRIAN BORU'S MARCH si basa sempre su questi due accordi.
L'accompagnamento al basso è talmente semplice e funzionale che io lo consiglio come modello a chi vuole iniziare il lavoro di improvvisazione.
Per iniziare il lavoro di improvvisazione suonate i seguenti bassi:
| LA MI | LA MI | LA MI | LA MI | SOL RE| LA MI | SOL RE| LA MI |
e usate le dita libere per improvvisarci su una melodia.
Inizialmente improvvisate su questi bassi una melodia fatta di minime. Quando padroneggiate l'improvvisazione di una melodia composta da minime, cominciate ad utilizzare delle semiminime, risulterá piú difficile. Infine improvvisate su questi bassi una melodia composta da minime, semiminime e crome. Non ci spingeremo piú avanti in questo terzo anno di corso.

D03 p8 Giorgio MAINERIO - schiarazula marazula


D03 p8 Improvisation 1 - Passemeze


D03 p8 Improvisation 2 - Passemeze


D03 p8 Improvisation 3 - Passemeze




- Pagina 9 Guillaume MORLAYE (1510?-1558?) GAILLARDE
Qui Guillaume Morlaye gioca costantemente sull'ambivalenza tra i punti di appoggio (tempi forti). Il ritmo si basa sia su due misure di 3/8 (ossia 2 tempi forti, per un totale di 6 crome) che su una grande misura di 3/4 (ossia 3 tempi forti, per un totale di 6 crome). Questa pratica, già diffusa nel Rinascimento, è costantemente utilizzata dai compositori fino ai nostri giorni. Questi cambi di misura sono chiamati emiolie. Una emiolia si riferisce all'inserimento di un ritmo ternario in un ritmo binario, o viceversa.

D03 p9 Guillaume MORLAYE - Gaillarde




- Pagina 45 Ferdinand CARULLI (1770-1841) ARPEGGI
Due piccoli pezzi semplici, sono perfetti per una introduzione agli arpeggi. In questi arpeggi, si muovono solo le dita, assicuratevi di mantenere la mano destra nella stessa posizione.

D03 p45 Ferdinand CARULLI - arpeggi di 3 note


D03 p45 Ferdinand CARULLI - arpeggi di 4 note




- Pagina 63 Mattéo CARCASSI (1792-1853) ANDANTINO opus 59
Questo Andantino è un piccolo capolavoro di concisione. Da parte mia, smorzo la risonanza del basso e vi invito a fare lo stesso. Per smorzare le risonanze, io ripongo il pollice quando suono con indice e l'indice quando suono con il pollice, come in questo video di esempio.

D03 p63 exercice andantino


D03 p63 Matteo CARCASSI -andantino opus 59




Qui é possibile scaricare le partiture: Spartiti per chitarra classica - D01, D02, D03.

Vi domando prima di tutto di lavorare su questi esercizi e arie per una settimana e poi di pubblicare le vostre registrazioni di:
- page 26 du volume D01 : Jean-François DELCAMP (1956) POLYPHONIE - Apoyando
- page 45 Ferdinand CARULLI (1770-1841) ARPEGGI
- page 8 Giorgio MAINERIO (1535-1582) SCHIARAZULA MARAZULA


Forza e coraggio!

Vorrei ringraziare Desafinado, Alma Steiner, Arteusian, Luigi (luigib952), Ferdinando Bonapace (Magic Guitar) e Giovanni (PinGiov) che hanno offerto il loro aiuto per la traduzione in italiano dei miei corsi.
:merci: :merci: :merci:

Jean-François
:( + ♫ = :)

Avatar utente
Paola Liguori
Moderator
Messaggi: 8435
Iscritto il: dom 29 mar 2009, 00:27
Località: ROMA

Re: D03 Lezione di chitarra classica 01

Messaggio da Paola Liguori » lun 03 set 2018, 16:46


Avatar utente
luigi de bono
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 424
Iscritto il: dom 23 lug 2017, 15:16

Re: D03 Lezione di chitarra classica 01

Messaggio da luigi de bono » mar 04 set 2018, 14:38

Eccoci ad un nuovo anno scolastico musicale 2018-2019-
Un saluto a tutti i partecipanti.
Un saluto particolare va al M°Delcamp che ci da questa opportunità, e ad i suoi collaboratori.
A Paola pronta risolvere ogni nostro problema e a Giuseppe nostro tutor che spero anche quest'anno abbia disponibilità a seguirci.
Buona musica a tutti :bye: :discussion: :casque: Lugi

Gerardo Centrella
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 346
Iscritto il: sab 22 apr 2017, 21:58

Re: D03 Lezione di chitarra classica 01

Messaggio da Gerardo Centrella » gio 13 set 2018, 13:41

Ciao a tutti, e ben ritrovati.
Riprendo oggi la nuova stagione con il corso D03, dove, immagino si intensificheranno gli impegni e maggiore costanza ed applicazione verrà richiesta per affrontare quanto lungo il cammino ci verrà proposto. Mi auguro di riuscire ad arrivare in fondo anche a questo percorso, con impegno e dedizione, come lo scorso anno, e di poter essere, nei limiti delle mie (poche) competenze, di supporto a quanti mi affiancheranno in questo cammino.
Saluto pertanto tutti i compagni di corso che via via si affiancheranno e chi ci supporterà in questo cammino.

Vi saluto, lasciandovi le registrazioni della mia prima lezione :bye:
Gerardo









P.S. Tra i brani non ho riportato la Gaillarde di Morlayne in quanto ancora non studiata, non avendo il capotasto mobile. Mi riprometto, appena ne acquisterò uno di inserirlo in questa serie di lezioni, anche se non espressamente richiesto per la prima lezione. :okok:

Avatar utente
Vincenzo Rapacciuolo
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 310
Iscritto il: ven 14 lug 2017, 11:46

Re: D03 Lezione di chitarra classica 01

Messaggio da Vincenzo Rapacciuolo » gio 13 set 2018, 15:27

Gerardo Centrella ha scritto:
gio 13 set 2018, 13:41
Ciao a tutti, e ben ritrovati.
Riprendo oggi la nuova stagione con il corso D03, dove, immagino si intensificheranno gli impegni e maggiore costanza ed applicazione verrà richiesta per affrontare quanto lungo il cammino ci verrà proposto. Mi auguro di riuscire ad arrivare in fondo anche a questo percorso, con impegno e dedizione, come lo scorso anno, e di poter essere, nei limiti delle mie (poche) competenze, di supporto a quanti mi affiancheranno in questo cammino.
Saluto pertanto tutti i compagni di corso che via via si affiancheranno e chi ci supporterà in questo cammino.

Vi saluto, lasciandovi le registrazioni della mia prima lezione :bye:
Gerardo

Buonasera Gerardo, come sempre :bravo: :bravo: :bravo: , mi sono piaciuti tantissimo gli esercizi, hai affinato di molto la tecnica, complimenti :okok:.
:bye: Enzo
E po' ched'è 'a Chitarra?: musica 'nzino ca te scarfa e te cunnulea...

Angelo Ginestra
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 25
Iscritto il: dom 24 lug 2016, 11:53

Re: D03 Lezione di chitarra classica 01

Messaggio da Angelo Ginestra » sab 15 set 2018, 11:43

Gerardo Centrella ha scritto:
gio 13 set 2018, 13:41
Ciao a tutti, e ben ritrovati.
Riprendo oggi la nuova stagione con il corso D03, dove, immagino si intensificheranno gli impegni e maggiore costanza ed applicazione verrà richiesta per affrontare quanto lungo il cammino ci verrà proposto. Mi auguro di riuscire ad arrivare in fondo anche a questo percorso, con impegno e dedizione, come lo scorso anno, e di poter essere, nei limiti delle mie (poche) competenze, di supporto a quanti mi affiancheranno in questo cammino.
Saluto pertanto tutti i compagni di corso che via via si affiancheranno e chi ci supporterà in questo cammino.

Vi saluto, lasciandovi le registrazioni della mia prima lezione :bye:
Gerardo

ciao Gerardo, sono un nuovo allievo del corso, ho ascoltato le tue registrazioni, che trovo pulite.
:bravo:

Angelo

Avatar utente
luigi de bono
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 424
Iscritto il: dom 23 lug 2017, 15:16

Re: D03 Lezione di chitarra classica 01

Messaggio da luigi de bono » sab 15 set 2018, 15:44

Ciao Gerardo,ben ritrovato per questa nuova avventura.Ho ascoltato le tue registrazioni tutto ben eseguito. :bravo: Scharazula Marazula di non facile esecuzione sei stato 2 volte :bravo: :bye: :discussion: :casque: Luigi
Di seguito posterò la mia lezione e come sempre mi sono graditi i tuoi suggerimenti.
PS.Sto facendo un pensierino per il D04.Pensaci anche tu e fammi sapere. :bye:

Avatar utente
luigi de bono
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 424
Iscritto il: dom 23 lug 2017, 15:16

Re: D03 Lezione di chitarra classica 01

Messaggio da luigi de bono » sab 15 set 2018, 16:18

Ciao a tutti il D03.Di seguito posto la mia prima lezione.Come sempre sono graditi i vostri suggerimenti :merci: Luigi






Ps.Nell'andantino di Carcassi al ritornello della seconda parte sesta battuta ho inserito 3 note Fa-Mi-Re.

Avatar utente
Vincenzo Rapacciuolo
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 310
Iscritto il: ven 14 lug 2017, 11:46

Re: D03 Lezione di chitarra classica 01

Messaggio da Vincenzo Rapacciuolo » sab 15 set 2018, 16:55

luigi de bono ha scritto:
sab 15 set 2018, 16:18
Ciao a tutti il D03.Di seguito posto la mia prima lezione.Come sempre sono graditi i vostri suggerimenti :merci: Luigi

Ps.Nell'andantino di Carcassi al ritornello della seconda parte sesta battuta ho inserito 3 note Fa-Mi-Re.
Buonasera Luigi, cosa posso dirti Schiarazula Marazula è da brividi. Se tu fossi nato a cavallo del XVIII e XIX secolo avrebbero dovuto ingrandire il famoso quadro tra Carullisti e Molinisti, aggiungendo una terza fazione quella dei De Bonisti ed io l'avrei capitanata :ouioui: .
:bye: Enzo
E po' ched'è 'a Chitarra?: musica 'nzino ca te scarfa e te cunnulea...

Avatar utente
Vincenzo Rapacciuolo
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 310
Iscritto il: ven 14 lug 2017, 11:46

Re: D03 Lezione di chitarra classica 01

Messaggio da Vincenzo Rapacciuolo » sab 15 set 2018, 16:56

Vincenzo Rapacciuolo ha scritto:
sab 15 set 2018, 16:55
luigi de bono ha scritto:
sab 15 set 2018, 16:18
Ciao a tutti il D03.Di seguito posto la mia prima lezione.Come sempre sono graditi i vostri suggerimenti :merci: Luigi

Ps.Nell'andantino di Carcassi al ritornello della seconda parte sesta battuta ho inserito 3 note Fa-Mi-Re.
Buonasera Luigi, cosa posso dirti Schiarazula Marazula è da brividi. Se entrambi fossimo nati a cavallo del XVIII e XIX secolo avrebbero dovuto ingrandire il famoso quadro tra Carullisti e Molinisti, aggiungendo una terza fazione quella dei De Bonisti ed io l'avrei capitanata :ouioui: .
:bye: Enzo
E po' ched'è 'a Chitarra?: musica 'nzino ca te scarfa e te cunnulea...

Avatar utente
luigi de bono
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 424
Iscritto il: dom 23 lug 2017, 15:16

Re: D03 Lezione di chitarra classica 01

Messaggio da luigi de bono » sab 15 set 2018, 19:46

Ciao Enzo, sei un grande!!!.Ti ringrazio per avere visionate le registrazioni.Sarà per me un piacere ascoltare la tua prossima seconda lezione.
:bye: :discussion: :casque: :merci: Luigi

Avatar utente
maurizio.cesaratto
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 82
Iscritto il: ven 26 ago 2016, 12:57

Re: D03 Lezione di chitarra classica 01

Messaggio da maurizio.cesaratto » dom 16 set 2018, 13:54

Gerardo Centrella ha scritto:
gio 13 set 2018, 13:41
Ciao a tutti, e ben ritrovati.
Riprendo oggi la nuova stagione con il corso D03, dove, immagino si intensificheranno gli impegni e maggiore costanza ed applicazione verrà richiesta per affrontare quanto lungo il cammino ci verrà proposto. Mi auguro di riuscire ad arrivare in fondo anche a questo percorso, con impegno e dedizione, come lo scorso anno, e di poter essere, nei limiti delle mie (poche) competenze, di supporto a quanti mi affiancheranno in questo cammino.
Saluto pertanto tutti i compagni di corso che via via si affiancheranno e chi ci supporterà in questo cammino.

Vi saluto, lasciandovi le registrazioni della mia prima lezione :bye:
Gerardo


P.S. Tra i brani non ho riportato la Gaillarde di Morlayne in quanto ancora non studiata, non avendo il capotasto mobile. Mi riprometto, appena ne acquisterò uno di inserirlo in questa serie di lezioni, anche se non espressamente richiesto per la prima lezione. :okok:
:casque: Ho ascoltato le tue esecuzioni e... :bravo:

Avatar utente
maurizio.cesaratto
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 82
Iscritto il: ven 26 ago 2016, 12:57

Re: D03 Lezione di chitarra classica 01

Messaggio da maurizio.cesaratto » dom 16 set 2018, 14:03

luigi de bono ha scritto:
sab 15 set 2018, 16:18
Ciao a tutti il D03.Di seguito posto la mia prima lezione.Come sempre sono graditi i vostri suggerimenti :merci: Luigi
c

Ps.Nell'andantino di Carcassi al ritornello della seconda parte sesta battuta ho inserito 3 note Fa-Mi-Re.
Ciao Luigi è bello risentirti! :bravo: Ho ascoltato con piacere le tue esecuzioni e non ho nulla da dire sulla tecnica. Solo gli arpeggi con 4 note li avrei eseguiti più lentamente. La velocità,pur sempre senza errori, toglie qualcosa all'esecuzione nella sonorità!
Tra un po arrivo!

Avatar utente
luigi de bono
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 424
Iscritto il: dom 23 lug 2017, 15:16

Re: D03 Lezione di chitarra classica 01

Messaggio da luigi de bono » dom 16 set 2018, 16:41

Ciao Maurizio ben ritrovato.Grazie per avere visionato le mie registrazioni.Concordo con te sulla velocità del brano per gli arpeggi a quattro note è un po troppo veloce.Il motivo è che essendo partito sulle tre note a 82 bmp ho mantenuto lo stesso tempo sugli arpeggi a quattro note.Ti ringrazio per avermelo evidenziato.Ascolterò con piacere la tua prima lezione. :bye: :discussion: :casque:

Angelo Ginestra
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 25
Iscritto il: dom 24 lug 2016, 11:53

Re: D03 Lezione di chitarra classica 01

Messaggio da Angelo Ginestra » dom 16 set 2018, 20:49

luigi de bono ha scritto:
sab 15 set 2018, 16:18
Ciao a tutti il D03.Di seguito posto la mia prima lezione.Come sempre sono graditi i vostri suggerimenti :merci: Luigi

ciao, intanto complimenti, le esecuzioni sono ineccepibili tecnicamente.
Se mi posso permettere un suggerimento, mi pare di sentire le note della Schiarazula Marazula staccate come se fossero con punto in alto.
Ma forse è solo una mia impressione.
ciao
Angelo

Torna a “Corsi di chitarra classica in linea”