E venne, finalmente, il giorno...

Il luogo ideale per parlare di arte, cultura e tematiche sociali non necessariamente legate alla chitarra.
Regole del forum
II Regole di comportamento
Campan

Re: E venne, finalmente, il giorno...

Messaggio da Campan » ven 25 ott 2013, 18:17

Pasquale Mamone ha scritto:
P.S. Ovviamente la suono in maglietta.... :D

P.P.S. Stiamo provando la mia parte della Danza del molinero che dovremo suonare in ensemble. Sono terrorizzato....
P.S. Eh eh, ti ho nevrotizzato... :mrgreen: Pensa che, quando ero ragazzo, la prima cosa che il mio Maestro faceva a lezione era di controllare se avevo fatto qualche segno sullo strumento... :cry:
P.P.S. Una cosa è certa: se userai la Bernabè, non correrai il rischio di non essere sentito... :mrgreen:
:discussion: :bye:

Lucio M.
Messaggi: 100
Iscritto il: lun 17 nov 2014, 16:48
Località: Sarrabus

Re: E venne, finalmente, il giorno...

Messaggio da Lucio M. » gio 05 mar 2015, 09:06

Pasquale Mamone ha scritto:Buonasera a tutti.

So che un forum non dovrebbe essere usato come un social network, ma voglio condividere con chi lo vorrà, le sensazioni che sto provando.
Ho appena preso la chitarra nuova. E' una Paulino Bernabè 5A, acquistata formalmente come usata, ma praticamente nuova. Non vi dico chi è il venditore né quanto l'ho pagata, perché chi me l'ha data è un forumista molto attivo e competente, e sarà lui che deciderà se dichiararsi ed eventualmente svelare il prezzo. Per conto mio, credo di averla pagata il giusto.

Le sensazioni che provo sono di una chitarra esteticamente bellissima, comodissima da suonare (al contrario della mia Alhambra) e con un timbro molto pieno. Mi hanno colpito positivamente soprattutto i bassi, che hanno un eccezionale sustain. La comodità della tastiera mi consente di suonare (nel mio caso, si fa per dire... :oops: ) in scioltezza, senza la tensione muscolare che avvertivo già dopo un quarto d'ora di uso dell'Alhambra.

Al momento, non credo di meritare uno strumento simile, ma a questo punto sono obbligato a studiare di più e migliorare. Speriamo di farcela.

Grazie per l'attenzione.
Prego signor Pasquale, può dire qual è la ragione della maggiore comodità della tastiera della sua nuova chitarra nel paragone con quella della Alhambra?

Pasquale Mamone

Re: E venne, finalmente, il giorno...

Messaggio da Pasquale Mamone » gio 05 mar 2015, 11:22

Lucio M. ha scritto:
Pasquale Mamone ha scritto:Buonasera a tutti.

So che un forum non dovrebbe essere usato come un social network, ma voglio condividere con chi lo vorrà, le sensazioni che sto provando.
Ho appena preso la chitarra nuova. E' una Paulino Bernabè 5A, acquistata formalmente come usata, ma praticamente nuova. Non vi dico chi è il venditore né quanto l'ho pagata, perché chi me l'ha data è un forumista molto attivo e competente, e sarà lui che deciderà se dichiararsi ed eventualmente svelare il prezzo. Per conto mio, credo di averla pagata il giusto.

Le sensazioni che provo sono di una chitarra esteticamente bellissima, comodissima da suonare (al contrario della mia Alhambra) e con un timbro molto pieno. Mi hanno colpito positivamente soprattutto i bassi, che hanno un eccezionale sustain. La comodità della tastiera mi consente di suonare (nel mio caso, si fa per dire... :oops: ) in scioltezza, senza la tensione muscolare che avvertivo già dopo un quarto d'ora di uso dell'Alhambra.

Al momento, non credo di meritare uno strumento simile, ma a questo punto sono obbligato a studiare di più e migliorare. Speriamo di farcela.

Grazie per l'attenzione.
Prego signor Pasquale, può dire qual è la ragione della maggiore comodità della tastiera della sua nuova chitarra nel paragone con quella della Alhambra?
La maggiore comodità della Bernabè deriva, a mio modesto parere, da una action più bassa al XII° tasto, senza che questo sia causa di anomalie.
In più, l'assetto generale della chitarra è più equilibrato e questo facilita chi suona.
Inoltre la mia Alhambra, vista da un liutaio, aveva un problema alla tastiera (non ti saprei dire con esattezza), problema che il liutaio ha giudicato correggibile solo con la sostituzione della tastiera stessa. E questo avrebbe avuto un costo superiore al valore commerciale dello strumento.

Naturalmente, forse ero io che non ero ancora "adatto", essendo all'epoca un totale neofita.

Lucio M.
Messaggi: 100
Iscritto il: lun 17 nov 2014, 16:48
Località: Sarrabus

Re: E venne, finalmente, il giorno...

Messaggio da Lucio M. » gio 05 mar 2015, 14:38

Grazie; e il diapason è lo stesso?

Pasquale Mamone

Re: E venne, finalmente, il giorno...

Messaggio da Pasquale Mamone » gio 05 mar 2015, 18:46

Lucio M. ha scritto:Grazie; e il diapason è lo stesso?
Si, 650

Torna a “Art Cafè”