Essere un cittadino modello

Il luogo ideale per parlare di arte, cultura e tematiche sociali non necessariamente legate alla chitarra.
Regole del forum
II Regole di comportamento
Salvatore Agnello
Messaggi: 540
Iscritto il: mer 29 dic 2004, 14:50
Località: civitavecchia

Essere un cittadino modello

Messaggio da Salvatore Agnello » dom 10 ago 2014, 18:25

Vedo e sento spesso di gente che paga senza richiedere fatture ecc. allettata da qualche sconto in sordina. Così risparmia e chi vende risparmia ancora di più. A rimetterci è solo lo Stato. Non voglio fare della morale perchè "chi non ha peccato scagli la prima pietra", ma in certe occasioni ti senti proprio un emerito imbecille.
Una volta mi fu proposto da un'agenzia immobiliare 5000€ senza e 6000 con (fattura), un'altra volta un meccanico mi propose 400€ senza e 484 con. Ho scelto la formula "con" ma subito dopo non mi sono sentito un cittadino modello (come dovrebbe essere e come i benpensanti diranno) ma un povero imbecille che poteva tenersi tot. 1084€ in tasca. Le grosse catene di distribuzione (supermercati) o di manutenzione (officine concessionarie) non possono fare a meno di rilasciare ricevuta, mentre gli altri improvvisano con nonchalance.
Lo Stato subisce una perdita stratosferica e non è riuscito a instaurare un sistema che limiti fortemente le perdite ed in più mette il cittadino nella condizione di fare ogni volta il furbo o il fesso; a pretendere lo scontrino ogni volta che il negoziante "dimentica" di dartelo, facendo la figura dello sciocco bacchettone.
La gente si nasconde spesso dietro il ragionamento: lo Stato usa male i miei soldi perciò non voglio darglieli. Questo però è un'altro discorso; spetta a noi pretendere che siano spesi bene.
Alla fine anche tu pensi: visto che datori di lavoro, negozi di lusso, professionisti ecc. guadagnano meno di un cassintegrato perchè solo io dovrei combattere la battaglia?
Salvatore
"La bellezza io no so cosa sia". Albrecht Durer -

Torna a “Art Cafè”