Un saluto ai flamenchisti.

Avatar utente
Gerardo50
Messaggi: 4946
Iscritto il: ven 22 set 2006, 10:50
Località: Roma

Un saluto ai flamenchisti.

Messaggio da Gerardo50 » dom 25 mag 2008, 20:11

Oggi per puro caso facendo un giro di canali , ho messo un canale spagnolo peccato che l'ho preso alla fine e mi son perso chissà quante cose. Stavano intervistando un liutaio (Valeriano Bernal che non conosco e il figlio) mostrava alcune fasi della costruzione e dava spigazione tra classica e flamenca ecc. e c'erano anche frammenti di suonate flamenche.Alla fine ha dato i programmi in vista in Spagna di vari chitarristi, tra i quali c'era un certo Gerardo Nunez. Insomma se avete la parabola sintonizzando sui canali spagnoli potreste incappare in qualche bel programma che parla di chitarra. Ciao ragazzi un'abbraccio a tutti. Gerardo50.
Gerardo

flax

Re: Un saluto ai flamenchisti.

Messaggio da flax » mer 28 mag 2008, 08:55

Ciao

Grazie della segnalazione Gerardo!

Avatar utente
Gerardo50
Messaggi: 4946
Iscritto il: ven 22 set 2006, 10:50
Località: Roma

Re: Un saluto ai flamenchisti.

Messaggio da Gerardo50 » gio 29 mag 2008, 22:04

Ciao Lino :) torno su questo argomento in quanto oggi a fine TG sul canale spagnolo (anche se per 3/4 minuti) hanno presentato dei cantatori di flamenco e il futuro del flamenco.... Una cosa che mi ha colpito (anche se in altre occasioni avevo notato la cosa) è la difficoltà a capire le parole che vengono cantate, in quanto vengono quasi "deformate" . Allora ho chiesto a mia moglie di avvicinarsi alla televisione per ascoltare................alla fine pure lei non ha saputo tradurmi le parole. Allora gli ho detto: ma che cavolo dicono :!: raccontano una storia? un dramma? Una storia d'amore? Possibile che non sei riuscita a capire un' H? La risposta: ma quando ascolti la lirica capisci tutto quello che dicono? Insomma senza dilungarmi vorrei approfondire quest'argomento con voi tutti, magari coinvolgendo anche qualche iscritto spagnolo sul nostro forum. Ciao. Gerardo50.
Gerardo

flax

Re: Un saluto ai flamenchisti.

Messaggio da flax » ven 30 mag 2008, 09:04

Gerardo50 ha scritto:Ciao Lino :) torno su questo argomento in quanto oggi a fine TG sul canale spagnolo (anche se per 3/4 minuti) hanno presentato dei cantatori di flamenco e il futuro del flamenco.... Una cosa che mi ha colpito (anche se in altre occasioni avevo notato la cosa) è la difficoltà a capire le parole che vengono cantate, in quanto vengono quasi "deformate" . Allora ho chiesto a mia moglie di avvicinarsi alla televisione per ascoltare................alla fine pure lei non ha saputo tradurmi le parole. Allora gli ho detto: ma che cavolo dicono :!: raccontano una storia? un dramma? Una storia d'amore? Possibile che non sei riuscita a capire un' H? La risposta: ma quando ascolti la lirica capisci tutto quello che dicono? Insomma senza dilungarmi vorrei approfondire quest'argomento con voi tutti, magari coinvolgendo anche qualche iscritto spagnolo sul nostro forum. Ciao. Gerardo50.
Ciao Gerardo,
a differenza della lirica e di altri generi anche detti leggeri ,nel flamenco, esempio: la seguirillas ,le parole sono importanti da comprendere.Non è il motivo da canticchiare che ci colpisce ma la storia/vicenda che viene cantata .
Si può imparare a suonare la chitarra o qualunque strumento,a ballare ma il cante no.Il cante nasce proprio con l'uomo, o c'è o non c'è.

Non esiste proprio l'insegnante di cante flamenco.
Se vuoi veramente commuoverti ,emozionarti devi ascoltare Camaròn de la isla
http://www.terra.es/personal5/camaronleyenda/
Qui trovi i testi così potrai seguirlo e comprenderlo anche se è così potente ed espressivo che riesce a commuoverti pur non capendo niente,te lo assicuro.
La sua vita ha cambiato le sorti del flamenco e alla sua morte prematura tutta l'Andalucia era a lutto.
Paco DL e gli altri amici portavano la sua bara in spalla in mezzo a un mare di persone che piangevano per la sua perdita.
Camaròn vive siempre è lo slogan che trovi sulle magliette e sui gadget che lo raffigurano come un santo.
Nel disco di Paco Luzia potrai trovare una rondena CAMARO'N .E' l'unico disco in cui trovi Paco che canta.

Ho approfittato del tuo spunto per darti questo imput,vedi se ti emoziona a me ha cambiato la vita!

Ciao
Lino

Avatar utente
Carmine Nobile
Messaggi: 851
Iscritto il: gio 17 gen 2008, 14:01

Re: Un saluto ai flamenchisti.

Messaggio da Carmine Nobile » ven 30 mag 2008, 18:40

http://www.telefonica.net/web2/flamenco ... index.html

qui ci sono raccolte le letras di un centinaio di dischi,i temi trattati sono i piu disparati dall'amore alla morte dalla gioia alla disperazione ,tradimenti, feste ,matrimoni,insomma tutto l'immaginario della poesia popolare.
riuscire a capire cosa dicono, se non conosci almeno un pò il modo di parlare di un andaluso e non hai ascoltato mai il cante,è praticamente impossibile.
con un po' di pazienza e il foglio davanti puoi scoprire un mondo bello e potente.
come in tutti i generi cantati le parole hanno la loro importanza quindi, se capisci cosa il cantaor sta dicendo,non ti sembrera uno che ha mal di pancia,e l'emozione sara piu forte.

Avatar utente
Gerardo50
Messaggi: 4946
Iscritto il: ven 22 set 2006, 10:50
Località: Roma

Re: Un saluto ai flamenchisti.

Messaggio da Gerardo50 » ven 30 mag 2008, 18:55

Sicuramente cantano con l'anima e le corde vocali sono solo uno strumento. Mi sto leggendo le parole di questi canti presi dal link di flax in quelle parole vedo molta poesia, azzardo a dire che le parole che spesso ascoltiamo dalle canzoni della tradizionale musica leggera sono meno ricche di poesia. Me le leggerò tutte. Grazie Nucho per le ulteriori informazione che hai fornito ringrazio anche Flax. Gerardo.
Gerardo

Torna a “Flamenco”