chitarra classica Lo Verde Santo oppure Davide (figlio)?

Regole del forum
Questa sezione è dedicata alla richiesta di consigli, opinioni, suggerimenti per l'acquisto di una chitarra classica. Il forum non può svolgere il ruolo di "esperto virtuale (a distanza)", perciò per la stima di uno strumento è preferibile rivolgersi personalmente a un liutaio o a un negozio di strumenti musicali.
Gli annunci di vendita devono essere pubblicati nella sezione di Compravendita, secondo le regole della stessa.
giannini awn71
Messaggi: 561
Iscritto il: lun 16 mar 2015, 12:45
Località: catania

chitarra classica Lo Verde Santo oppure Davide (figlio)?

Messaggio da giannini awn71 » mer 23 nov 2016, 19:26

Mi trovo ad un bivio ...vorrei acquistare una chitarra con top in cedro, visto e considerato che quella in abete già la possiedo...Ho messo gli occhi su due chitarre di Lo Verde...La prima fabbricata recentemente dal figlio Davide, e la seconda del 1993 fatta dal padre,(la prima nuova e la seconda ovviamente usata ma in ottime condizioni)
cosa ne pensate? sono entrambe concepite in palissandro massello, top in cedro molto fitto, tastiera ebano e manico in mogano con rinforzo centrale in ebano.....Quali le eventuali differenze tra le due?
Quella usata viaggia a 600 euro compresa custodia, quella del figlio Davide saliamo
un po' senza custodia,ma
non èuna questione di prezzo ,ma di maestria ed eventuali differenze generazionali
grazie per le risposte :roll:

Avatar utente
Gabriele Gobbo
Messaggi: 3641
Iscritto il: dom 05 set 2010, 09:47

Re: chitarra classica Lo Verde Santo oppure Davide (figlio)?

Messaggio da Gabriele Gobbo » mer 23 nov 2016, 21:20

Hai provato le due chitarre?
Vorrei essere libero, libero come un uomo ... (G. Gaber)

giannini awn71
Messaggi: 561
Iscritto il: lun 16 mar 2015, 12:45
Località: catania

Re: chitarra classica Lo Verde Santo oppure Davide (figlio)?

Messaggio da giannini awn71 » mer 23 nov 2016, 21:34

quella del padre ancora no...lo strumento si trova a Palermo, quella di Davide si. .visto che si trova nella mia città sono andato a trovarlo..nulla da dire per carità gran bella chitarra....ma nella mia città c'e anche chi afferma che le chitarre del padre erano ....diverse. .....e quindi vorrei provare anche quella di seconda mano del 1993 prima di decidere....solo che devo andare a Palermo e non è che sia esattamente dietro l'angolo

Ciccio98
Messaggi: 4
Iscritto il: ven 16 feb 2018, 18:16

Re: chitarra classica Lo Verde Santo oppure Davide (figlio)?

Messaggio da Ciccio98 » dom 15 apr 2018, 22:41

Ciao, io ho acquistato una chitarra del figlio davide e non sono rimasto soddisfatto. Alla fine quale hai comprato?

giannini awn71
Messaggi: 561
Iscritto il: lun 16 mar 2015, 12:45
Località: catania

Re: chitarra classica Lo Verde Santo oppure Davide (figlio)?

Messaggio da giannini awn71 » lun 16 apr 2018, 20:57

Ho preso quella del figlio costruita nel 2017.cat 1 serie concert.fasce e fondo palissandro indiano di buona qualità, top in cedro Honduras stagionato naturalmente, spessore 1,5 mm,manico cedrella con rinforzo centrale in ebano ,tastiera e ponticello in ebano,nut e ponticello osso
incatenatura di ispirazione smallman a reticolo ottenuta in abete credo, modello Hauser quindi le fasce misurano 8,2 cm contro i 10 più o meno di uno strumento tradizionale,suona molto bene ed ha una risonanza totale non limitata al solo top, ottimo sustain e una buona proiezione.
Quando Davide mi ha proposto una Hauser mi aspettavo una strumento con poco volume...e invece, se la gioca con la mia yamaha gc32s :shock:
L'unica pecca di Davide(non so se sei d'accordo con me) sono le finiture e i dettagli, :twisted: :evil: :evil: diciamo che è un po' approssimativo e per lui le finiture sono un optional...ma...chi spende una certa cifra si aspetta anche quelle...
Altra cosa ..lui per il top usa una specie di vernice a base cerosa passata a tampone,che però lascia il top grezzo...non stopperà il suono siamo d'accordo ma a lavoro finito mi è sembrato un piano armonico appena uscito dal falegname(non mi è piaciuto),alla fine sono andato dal liutaio Mancuso di Milazzo (Me), e gli ho fatto fare un machillage completo...con estrema mia soddisfazione
se vuoi vederla vai sul loro sito e troverai la mia bambina in bella mostra...ho speso dei soldi in più ma ne valeva la pena
fammi sapere riguardo la tua esperienza :bye:

giannini awn71
Messaggi: 561
Iscritto il: lun 16 mar 2015, 12:45
Località: catania

Re: chitarra classica Lo Verde Santo oppure Davide (figlio)?

Messaggio da giannini awn71 » dom 27 mag 2018, 22:26

Ciccio98 ha scritto:
dom 15 apr 2018, 22:41
Ciao, io ho acquistato una chitarra del figlio davide e non sono rimasto soddisfatto. Alla fine quale hai comprato?
Adesso ci siamo
ho ricostruito la cronologia dei contatti.
Ho acquistato una chitarra costruita da Davide..
Per quanto riguarda,le finiture e imprecisioni sull'assemblaggio...stendiamo non uno ma dieci veli pietosi.
figurati che ho dovuto inviare lo strumento da un liutaio (Mancuso di Milazzo prov di Messina) per un maquillage completo)...
Lo verde per il top usa una specie di resina cerosa che lascia il top allo stato grezzo..sembrava appena uscito da una fallegnameria..
non solo......il top presentava diverse imperfezioni sul piano armonico.levigata e uniformata a penis canem...sistemato successivamente.con.(100 euro extra)
per quanto riguarda il suono e le caratteristiche sonore sufficiente tendende al 7..ma nulla più
in conclusione ...purtroppo Davide non è assolutamente all'altezza del padre.buonanima.....è un po'...arraffazzonato....cioè approssimativo.
comunque per quello che l'ho pagata diciamo che è stato 1/4 di bidone..ma per i restanti 3/4...va bene
adesso vedo se riesco ad inviarti qualche foto alla tua e.mail
Tu .che esperienza hai avuto??

Fotonis
Messaggi: 35
Iscritto il: mer 09 mag 2018, 22:22

Re: chitarra classica Lo Verde Santo oppure Davide (figlio)?

Messaggio da Fotonis » lun 28 mag 2018, 11:28

Quanti figli campano con il nome dei loro padri o madri, ma ognuno di noi è un'Anima diversa e dà anima alla propria arte, in esistenza in esistenza fino a completare la sua Perfezione, è sbagliato credere che solo perchè una persona è il figlio/a di quel maestro che gli trasmette la sua arte, sia suo pari, vi sono musicisti e liutai eccellenti nati in famiglie completamente ignoranti o quasi, in tale arte, eppure hanno fatto Storia. Non credo nei bambini prodigio, credo invece che anche gli artisti si reincarnano come tutti ma non se lo ricordano: chissà Paco ora chi sarà e Vicente chi era prima! :bye:
("Il bambino che sapeva troppo" è già un bestseller, è una storia vera, accertata dai medici e tra poco uscirà anche il film.

Ciccio98
Messaggi: 4
Iscritto il: ven 16 feb 2018, 18:16

Re: chitarra classica Lo Verde Santo oppure Davide (figlio)?

Messaggio da Ciccio98 » mar 29 mag 2018, 19:55

Io non ho avuto una buona esperienza con davide.
Ho comprato una chitarra mancina (essendo mancino)
Era la mia prima chitarra seria non ero molto esperto.
Un pò la chitarra la sentivo troppo fragile,per la tavola non lievigata. Lui mi ha detto che è normale. Ed è molto sensibile al caldo.
Va bene , un paio di mesi dopo sto preparando l esame di ammissione al conservatorio,durante la preparazione decido di fare un cambio corde( a tensione normale ,come mi aveva consigliato lui) comincio con il tiraggio e il ponte si rompe!!
Poi vabbè son successe altre cose che non scrivo che è molto lungo il discorso.
Tutto sta che quando sono arrivato in un altra città a studiare.
Entro fortunatamente al conservatorio in cui avevo fatto domanda( che non ho fatto con la chitarra di lo verde ma con una classica folk che avevo)
È la prima cosa che mi dice il prof nuovo è che la chitarra è palesemente destra che si vede dall inclinazione del ponte e che la chitarra sembra fatta da un liutaio apprendista. Infatto l accordatura non era precisa, anche quando suonavo con altri chitarristi.
Io ovviamente telefono e ha avuto la faccia tosta di dirmi che è destra e di non farmi condizionare da questi "scemi" (come ha detto lui) ,che la chitarra è ottima.
Beh una brutta esperienza dato che ci ho rimesso molti soldi.
Adesso ho girato il ponte e le corde per destra la chitarra ha un bel suono ora,ma io sono mancino.
L ho messa in vendita su mercatino... spero di raccimolare qualcosa.

giannini awn71
Messaggi: 561
Iscritto il: lun 16 mar 2015, 12:45
Località: catania

Re: chitarra classica Lo Verde Santo oppure Davide (figlio)?

Messaggio da giannini awn71 » mer 30 mag 2018, 20:02

scusa......come ..il ponte si rompe????..e quali giustificazioni ti ha dato?????...Per quanto riguarda gli spessori...Lo Verde figlio è fissato con
1,5 mm al top con una specie di reticolo al top in abete che a dir suo dovrebbe dare rigidità alla tavola....Questo il parte è anche vero, però il nostro comune amico non ha considerato che più il top è sottile e maggiormente si assottiglieranno le prestazioni.(secondo la mia esperienza)..nel senso:
Se non ci vado pesante con l'arpeggio,lo strumento ha una buona proiezione e un buon sustain(ho fatto provare lo strumento ad un docente del conservatorio di Reggio Calabria....e come ti dicevo il punteggio assegnato è stata la sufficienza tendente al 7....MA......se ci vado pesantuccio con un crescendo tipo Asturia leyenda....il suono diventa nasale...insomma non regge le sollecitazioni..o meglio non risponde come dovrebbe a causa di un top troppo sottile....Altra cosa grave sta nel fatto che ha sbagliato le misure nel tagliare la tavola, nel senso che nel punto di giunzione con la tastiera e il top c'è una fessura che va ad allargare, e sulla parte finale verso la buca siamo sul millimetro.insomma top e tastiera non collimano..un disastro.(colpa mia che non ho controllato)......insomma se ci devo suonare l'ave Maria oppure chopin va bene, ma per brani più briosi e frizzanti assolutamente no
In ultima analisi nella parte posteriore del manico in corrispondenza della paletta ho notato successivamente purtroppo, una linea che sembrava una venatura...e invece..in fase di lavorazione l'essenza si era crepata e l'amico nostro ha provveduto prontamente a ripararla(ho fatto controllare lo strumento da più professionisti e tutti mi hanno confermato questa situazione ,siamo d'accordo che tutti mi hanno detto che la paletta non cederà mai in quanto non è in linea con la verticale di pressione, però l'amico Davide ha giocato sporco facendosi scudo del buon nome del padre e sulla buona fede di chi lo ricorda con affetto(a Catania Santo Lo Verde era una icona della liuteria)..In definitiva..se tu liutaio sei consapevole che lo strumento non è perfetto, devi informare l'acquirente, spiegargli le motivazioni,la natura del problema e regolarti di conseguenza con onestà e sincerità, e sarebbe stato comunque apprezzato..A Catania i chitarristi classici più o meno si conoscono tutti..e se tiri una fregatura sei lavorativamente morto.. :evil: :evil:
Se non ti dispiace vorrei sapere quali altri danni o problemi hai avuto con questo strumento...se non te la senti di farlo in forma plateale inviami un mp
Lo Verde figlio è un grande imbonitore (starebbe meglio ad una fiera rionale a vendere carciofi)..personalmente avendo una buona memoria del padre sono stato in fiducia e........ho sbagliato.
Sono Catanese..e sto provvedendo a fargli una buonissima pubblicità presso tutti i miei amici chitarristi classici che danno lezioni private sul territorio....non si deve permettere di giocare con chi magari ha fatto sacrifici per mettere insieme una certa cifra e poi ritrovarsi un mezzo bidone tra le mani...
Se lui vende i suoi strumenti, è sol perchè specialmente noi catanesi conserviamo un affettuoso e meritato ricordo del padre...ma se continua in questo modo...avrà pochissima vita.
Mi rendo conto che questo post al vetriolo è tutt'altro che lusinghiero ma oggi in qualsiasi campo commerciale se vuoi sopravvivere devi essere onesto e lavorare bene e con umiltà...ma la cosa che mi duole maggiormente sta nel fatto che sta distruggendo il cognome che porta e i sacrifici fatti da chi in un sobborgo popolare di Catania ha costruito una più che buona reputazione lavorando anche in piena notte..e..sacrifici Santo Lo Verde ne ha fatti tanti
Ultima modifica di giannini awn71 il gio 31 mag 2018, 07:53, modificato 3 volte in totale.

Avatar utente
Massimo Di Coste
Messaggi: 4670
Iscritto il: mer 21 set 2005, 07:21
Località: Roma

Re: chitarra classica Lo Verde Santo oppure Davide (figlio)?

Messaggio da Massimo Di Coste » gio 31 mag 2018, 05:33

Signori qui la cosa GRAVISSIMA è che a quanto pare sia stata venduta una normale chitarra destra spacciandola per MANCINA!!!!! :evil: :evil: :evil:

Non so se ci rendiamo conto.....Non ho parole!!!!!
Ultima modifica di Massimo Di Coste il gio 31 mag 2018, 14:57, modificato 1 volta in totale.
Signore dammi il sole nelle fredde giornate d'inverno, l'ombra nei caldi giorni d'estate, e una chitarra.....
(preghiera andalusa)

giannini awn71
Messaggi: 561
Iscritto il: lun 16 mar 2015, 12:45
Località: catania

Re: chitarra classica Lo Verde Santo oppure Davide (figlio)?

Messaggio da giannini awn71 » gio 31 mag 2018, 12:57

Massimo Di Coste ha scritto:
gio 31 mag 2018, 05:33
Signori qui la cosa GRAVISSIMA è che è stata venduta una normale chitarra destra spacciandola per MANCINA!!!!! :evil: :evil: :evil:

Non so se ci rendiamo conto.....Non ho parole!!!!!
E non si tratta di dettagli o inesattezze..questa sera posterò le foto..degli strafalcioni dell'amico Davide :bye:

Fotonis
Messaggi: 35
Iscritto il: mer 09 mag 2018, 22:22

Re: chitarra classica Lo Verde Santo oppure Davide (figlio)?

Messaggio da Fotonis » dom 03 giu 2018, 19:08

Comunque o padre o figli o spiritisanti, qui tocca dire che le chitarre di una volta, costruite con i legni pregiati di prima scelta massello, perfetti e stagionati a dovere, che prima potevano usare liberamente i nostri liutai senza il forbidden e le tasse e le penali EU: ce le stiamo sognando! Perfino Vicente Amigo, ho scoperto, che va in Messico perchè lì gli possono fare una chitarra come una volta e con i legni proibiti, e possono usare tanti intrugli e resine sempre fobidden per far si che neppure l'umidità più atroce possa mai distorcere il manico di legno nel tempo ad un costo accessibile a tutte le tasche europee. Non a caso, alcune aziende famose, hanno trasferito il proprio liutaio più esperto all'estero, non solo per abbattere i costi ma anche per poter offrire un prodotto come si deve e che supera perfino una chitarra tutto legno made in Spain. :bye:

giannini awn71
Messaggi: 561
Iscritto il: lun 16 mar 2015, 12:45
Località: catania

Re: chitarra classica Lo Verde Santo oppure Davide (figlio)?

Messaggio da giannini awn71 » dom 03 giu 2018, 19:26

Ciao Fotonis..
Per quanto riguarda i legni proibiti...sono d'accordo con determinate restrizioni esistenti per certe essenze di pregio provenienti da determinate parti del mondo...senza questi divieti, l'essere umano con l'avidità che ha incastonata del dna, avrebbe già distrutto intere foreste.. per un vantaggio esclusivamente personale economico..(è lo stesso discorso del perché io sub brevettato non posso andare a pesca con il respiratore)magari personalmente prenderei solo quello che mi serve per il pranzo di una giornata, ma..c'e chi approfittando della situazione spopolerebbe interi tratti di mare......sempre per un discorso di avidità e guadagno personale...
E' vero le essenze di una volta sono ormai un miraggio e non esistono più...ma lavorare ad penis canem.e mortificare quello che si ha a disposizione..e tirare bidoni è un altro discorso :bye:

Fotonis
Messaggi: 35
Iscritto il: mer 09 mag 2018, 22:22

Re: chitarra classica Lo Verde Santo oppure Davide (figlio)?

Messaggio da Fotonis » dom 03 giu 2018, 20:33

Anche il cedro spagnolo, è compreso nelle specie salvaguardate dal Cites, ed è quello più ambito per chitarre classiche anche spagnole al mondo, per cui è un doppio spreco, anzi un delitto darlo in pasto a liutai da 4 soldi di cui in oggetto.

giannini awn71
Messaggi: 561
Iscritto il: lun 16 mar 2015, 12:45
Località: catania

Re: chitarra classica Lo Verde Santo oppure Davide (figlio)?

Messaggio da giannini awn71 » dom 03 giu 2018, 21:07

Fotonis ha scritto:
dom 03 giu 2018, 20:33
Anche il cedro spagnolo, è compreso nelle specie salvaguardate dal Cites, ed è quello più ambito per chitarre classiche anche spagnole al mondo, per cui è un doppio spreco, anzi un delitto darlo in pasto a liutai da 4 soldi di cui in oggetto.
cedro spagnolo?????ancora peggio..il top della mia chitarra è cedro Honduras....ancora più pregiato del cedro spagnolo..ma ...tagliato a.........
purtroppo avrei voluto postare le foto ma non so come si usa un sito di hosting....vedremo se domani qualche amico del forum potrà farlo per me..
Ci tengo particolarmente...a farvi vedere il tipo e la qualità di lavoro fatto...sono troppo incaxxato :evil: :twisted:

Torna a “Consigli per l'acquisto di una chitarra”