la chitarra nelle canzoni di battisti

Luogo pubblico dei chitarristi classici.
mean.streets82
Messaggi: 9
Iscritto il: gio 27 ott 2016, 11:15

la chitarra nelle canzoni di battisti

Messaggio da mean.streets82 » gio 12 lug 2018, 10:19

Quando si parla delle canzoni di Battisti quasi sempre ci si ferma a sottolineare la bellezza dei testi, il contributo di Mogol, eccetera. E ci sta
per carità. Però a mio modesto avviso si parla poco del lato strumentale e quindi della chitarra nelle canzoni di Lucio.
Ovviamente siamo lontanissimi da contesti virtuosi (ma poi che importanza ha?), eppure la chitarra di Battisti nelle sue canzoni, è nonostante
la relativa semplicità, emozionante, fresca, con una sua personalità, un suo stile, una sua identità.
Se penso all'arpeggio di Emozioni, all'intro de I giardini di marzo, all'accompagnamento in Non è francesca, ecc ecc.. mi viene da pensare che mai come in questi casi, semplicità non è sinonimo di banalità, ma al contrario è una semplicità che rende quei pezzi efficaci, originali, interessanti.
Voi che ne pensate del "lato" strumentale nelle canzoni di battisti?

ciao

FlavioRo
Messaggi: 142
Iscritto il: lun 02 feb 2015, 17:58

Re: la chitarra nelle canzoni di battisti

Messaggio da FlavioRo » mer 08 ago 2018, 14:16

Battisti aveva buon gusto nell'uso della chitarra: d'altra parte aveva avuto un'educazione musicale con il maestro Polsinelli (ambiente romano...). Direi che in molti dei suoi brani,famosi e non,la chitarra è parte fondamentale nell'arrangiamento....

Torna a “Luogo pubblico”