Accordi

Luogo pubblico dei chitarristi classici.
Denner
Messaggi: 108
Iscritto il: mer 28 giu 2006, 02:28

Accordi

Messaggio da Denner » ven 10 ago 2018, 02:16

Siamo in estate stagione ideale per suonare la chitarra in spiaggia. Così ieri mentre mi studiavo un paio di brani mi vado a vedere gli accordi e noto una volta di più la noiosissima (per noi principianti) ridondanza nel nome degli stessi. Si ha quindi per esempio che un Rem7 e un Fa6 pur risultando essere lo stesso accordo hanno nomi diversi.
Tutto bene per un professionista (forse) ma per chi deve mandare a memoria svariati accordi la cosa non è proprio agevole.
Mi chiedo quindi se non esista una lista un elenco o qualcosa del genere che riporti per due o più accordi uguali ma con toniche diverse un unico nome. Capisco che per i cultori del puritanesimo musicale non sia il massimo ma francamente quando sono sulla spiaggia a cantare con gli amici dell'ortodossia me ne infischio. Mi preme soltanto imparare quanti più accordi nel minor tempo possibile evitando di perdere la testa per imparare tre nomi per un singolo accordo:
B7sus4 B 7th Suspended 4th
Esus4/B E/B Suspended 4th
Asus2/B A/B Suspended 2nd
Se questo elenco non c'è da nessuna parte c'è qualcuno che sappia se esiste un metodo/criterio consolidato per arrivare ad avere un nome unico?
* D *

Avatar utente
Davide Pirillo
Messaggi: 367
Iscritto il: mar 16 lug 2013, 12:21
Località: Rozzano (MI)

Re: Accordi

Messaggio da Davide Pirillo » gio 23 ago 2018, 14:15

Risposta secca: Non esiste un metodo unico.
Credo che per la "chitarra da spiaggia" non mi sbatterei più di tanto a cercare una codifica universale per una soluzione armonica e le sue possibili diverse denominazioni. Per un uso "sciuè-sciuè" basta guardarsi i prontuari in vendita a bizzeffe e a poche lire ...... tanto andando di strumming e canto di gruppo non è che certe soluzioni armoniche a variazioni in piccantezza di accordi vengano colti un gran che ...... anche perchè in quei contesti l'occhio e l'orecchio sono più attenti a cogliere segnali positivi per "cuccare" qualcuna/o del gruppo :lol: :lol:
Certo il contenuto armonico non è un granche ma va bene istess!! Non servirebbe di più..... in un contesto del genere.
In effetti le differenti denominazioni di accordi con valenza simile creano inizialmente un po' di confusione.
Il modo migliore per fare venire meno questa confusione è comprenderne il meccanismo di base di costruzione ..... dopo di che se ti ritrovi diverse indicazioni la cosa non ti dovrebbe disturbare un granche............
Metti ad esempio che ti ritrovi un accordo E7°, alla fine ti rendi conto che puoi chiamarlo anche Bb7°, Db7° e G7° e che semplicemente spostandoti sulla tastiera con la stessa posizione puoi conoscere tutti gli altri dello stesso tipo.
Forse conviene spendere un po' di tempo per rudimenti di armonia che ti danno uno strumento per ottenere ciò che ti serve piuttosto che impararne un mare a memoria senza comprenderne il perchè. Magari un prontuarietto con le posizioni di base non è da buttare proprio via ...........
Un po' come le TAB ...... utilissime ma se si sa anche leggere il pentagramma è ancora meglio e, se qualche posizione ti torna ostica hai lo strumento conoscitivo per permetterti di trovare alternative a determinate posizioni di accordi o note sulla tastiera.....

p.s. . prova a vedere se ti può tornare utile ....... è gratis: http://pguiducci.com/miscellaneous/books/fndarm.pdf
Nullum Magnum Ingenium Mixtura Dementia
Non c'è mai grande ingegno senza una vena di pazzia

Denner
Messaggi: 108
Iscritto il: mer 28 giu 2006, 02:28

Re: Accordi

Messaggio da Denner » ven 24 ago 2018, 23:14

Grazie della risposta.
Si effettivamente suonare un accordo o un suo simile quando si è in spiaggia è "istess" . :)
E' però vero che se ci fosse un elenco che riportasse un solo nome per tutti gli accordi uguali questo eviterebbe al neofita (e non solo) di dover fare avanti e indietro sul prontuario degli accordi o sui siti online per accordi che magari già conosce. La memorizzazione sarebbe più veloce e l'esecuzione sarebbe più corretta perché più vicina all'originale.
Siamo d'accordo che conoscere l'armonia ridurrebbe e di molto il problema ma per chi non ha tempo e voglia un metodo DS (Denner-Spiaggia :D ) sarebbe credo l'ideale.
Beninteso se poi uno volesse approfondire lo studio nulla gli vieterebbe di farlo.
Intanto mentre scrivo sto pensando quali potrebbero essere dei criteri razionali per giungere ad avere un unico nome.
Qualche idea in proposito?
* D *

Torna a “Luogo pubblico”